Lectio Magistralis

7/07/2017 – JOE OPPEDISANO – PROFESSIONE E PASSIONE

4359236389_7da6b11ac5_o
IN PROGRAMMA VENERDI’ 7 LUGLIO ALLE ORE 19:00
ALLA TRIENNALE DI MILANO

JOE OPPEDISANO
In conversazione con DIEGO MORMORIO

PROFESSIONE E PASSIONE

Nuovo appuntamento venerdì 7 luglio p.v. con le Lectio Magistralis Fotografia e dintorni organizzate da AFIP International – Associazione Fotografi Italiani Professionisti in collaborazione con CNA Professioni.

Protagonista di questo quinto incontro, intitolato “Professione e passione”, sarà il fotografo italo-americano Joe Oppedisano: in conversazione con Diego Mormorio, ripercorrerà le tappe della sua carriera, iniziata da giovanissimo e concretizzatasi in una personalissima formula d’arte, in grado di coniugare la fantasia del Sud Italia, in cui il fotografo è nato, col pragmatismo dell’Occidente americano, dove si è formato. Da ciò scaturisce una produzione caratterizzata, da un lato, da una sorprendente inventiva e dalla sperimentazione di ogni genere e tecnica della fotografia (dal nudo alle architetture di paesaggio), dall’altro, da un impeccabile professionismo che permette ad Oppedisano di realizzare immagine rigorose, decise e di impatto.

 

Joe Oppedisano nasce a Gioiosa Ionica nel 1954 e si trasferisce a soli 7 anni con la famiglia a New York, dove comincia a fotografare fin da piccolo e frequenta la Scuola di Visual Arts. Nel 1979 l’International Center of Photography di New York lo invita a partecipare ad una grande manifestazione a Venezia. Qualche anno dopo si trasferisce a Milano, dove firma campagne pubblicitarie per marchi di fama internazionale. Il suo curriculum artistico, inaugurato da una mostra all’Atlantic Savings Bank di New York nel 1978, vanta una quarantina di mostre personali, tra New York, Milano, Torino, Arles, Parigi, Tokyo e la Svizzera, e una sessantina di mostre collettive in Italia, Stati Uniti, Germania, Spagna, Gran Bretagna, fino alla Biennale di Venezia dove viene invitato nel 1995 dal Museo Alinari di Firenze a partecipare alla mostra “Un secolo di ritratti in Italia 1895-1995”. Nel 2005 partecipa alla grande collettiva “60 Maestri Fotografi” al Museo Peggy Guggenheim di Venezia.
Tra il 2007 e il 2010 tiene un corso di specializzazione all’Accademia di Belle Arti di Brera a Milano e dal 2010 un corso di specializzazione presso ISIA di Urbino. Vive tra New York e l’Italia.

 

Diego Mormorio si è laureato in Antropologia culturale nel 1977, con una tesi sulle radici culturali della fotografia. Da allora si è occupato prevalentemente dei rapporti tra quest’ultima e la cultura filosofica e letteraria. Prima di dedicarsi completamente all’attività di ricerca e all’insegnamento, ha lavorato per diversi giornali.
Tra i suoi numerosi libri ricordiamo:
Gli scrittori e la fotografia (Editori Riuniti, 1988), Paesaggi italiani del ‘900 (Motta e Actes Sud, 1996), Un’altra lontananza(Sellerio, 1997), Tazio Secchiaroli. Dalla Dolce Vita ai miti del set (Motta, te Neues, Actes Sud, Abrams, 1998-1999), Vestiti (Laterza, 1999), Tazio Secchiaroli. Dalla Dolce Vita ai miti del set (Motta, te Neues, Actes Sud, Abrams, 1998-1999), Paesaggi dell’800 (Motta e Actes Sud, 2000), La regina nuda. Delazioni e congiure nella Roma dell’ultimo Papa Re(Il Saggatore, 2006), Meditazione e fotografia. Vedendo e ascoltando passare l’attimo (Contrasto, 2008)
Roma Ottocento nelle fotografie dell’epoca (Newton Compton, 2011).
Presso Postcart, la quale ha publicato Catturare il tempo. Lentezza e rapidità nella fotografia, è in corso di pubblicazione l’opera in dieci intitolata Scrittori e fotografia, di cui sono usciti Un magnifico inizio 1840-1870 (2013) e Lewis Carroll scrittore e fotografo.

 

Lectio Magistralis di Fotografia e dintorni
Triennale di Milano (viale Alemagna 6), Salone d’Onore

Venerdì 7 luglio, ore 19.00

Ingresso gratuito (fino esaurimento dei posti)

Diretta streaming sulla nostra pagina facebook e su http://www.afipinternational.com/news/diretta-streaming/

Share:

Leave a reply