NewsProfessione

Giovanni Gastel sull’ultima campagna di Toscani per Benetton.

4359236389_7da6b11ac5_o

Sono da molti amici “pressato” perché prenda, nella mia qualifica di presidente dei fotografi italiani professionisti (AFIP), una posizione dura contro la campagna Benetton di Oliviero Toscani.

Cosa che a costo di scontentare molti amici non farò. Per molteplici motivi. Il primo è perché questo linguaggio estremo e provocatorio è già stato utilizzato più volte e per lunghi periodi da Benetton -Toscani, cambiando di fatto, proprio per la sua potenza provocatoria, per sempre la storia della comunicazione pubblicitaria nel mondo. Secondo perché la libertà di espressione è uno dei baluardi della società civile e detesto personalmente e filosoficamente ogni forma di censura. Terzo perché, benché abbia scelto personalmente un tipo di comunicazione visiva lontanissima da questa, non sono così ottenebrato da non vedere la straordinaria potenza innovatrice di questo modo di comunicare che veicola, attraverso il messaggio di un marchio valori di discussione politica e sociale cui non si può non aderire. Quarto perché la posizione di Toscani serve ad aprire la discussione su di un tema che mi sta particolarmente a cuore: quale è la funzione e ll ruolo di un fotografo professionista nel terzo millennio. Quinto perché nelle sue posizione sento sempre uno “slancio vitale” che in un epoca di generale appiattimento ritengo oltremodo stimolante.

Diceva Luchino Visconti “Ho fatto il mio mestiere quando metà del pubblico fischia e metà applaude”. La creazione serve a dividere e a far prendere una posizione intellettualmente viva.
Capisco e mi scuso per non poter, in coscienza, sposare la tesi dell’indignazione e della riprovazione. (Benché trovi sinceramente che il tono preso dalla discussione non mi piaccia particolarmente). Lascio però ad altri, che sento giustamente convinti della loro posizione, questo compito e metto a disposizione tutti i canali AFIP per ospitare ogni posizione a riguardo nel rispetto più assoluto di ogni punto di vista. La mia posizione penso sia chiara.

Un abbraccio grande.

Giovanni Gastel presidente Afip International (Associazione Fotografi Professionisti).

Shanghai 2018

Share:

Leave a reply