News

Un saluto ad Alessandro Vanini.

Cari amici, ieri 19/06/2017 è mancato Alessandro Vanini, un caro amico, storico e generoso socio Afip. Qui era con noi in un momento felice della nostra storia.

Le esequie si terranno domani, mercoledì 21, ad Albizzate (Va)
in via S.Venanzo 2B alle ore 18,00.
Paolo Zanzi ricorda così l’amico Sandro:
“Il ricordo, l’attimo che si presenta improvviso, si stagliano nella loro pregnante vivezza e struggente condivisione che diviene segno d’arte, perché schietto e innocente di necessità, come un bambino che domanda. Si viene così a ripercuotere nelle pareti del pensiero la presenza più vera, più attuale e fors’anche più viva, quella dell’amico che ci ha lasciati sulla banchina
seduti sui suoi bagagli di vita, per regalarci quell’attimo improvviso che, più vero, ci racconta della sua identità che improvvisamente si fa nostra autentica e viva compagna. Ci si accorge di quello che si aveva quando non si ha più o meglio quando è improvvisamente nuovo, perché non si avvale più del consueto, scontato quotidiano.
È così Alessandro Vanini, non era alto e magro, ma si portava quasi staccato da terra, aristocraticamente gentile come una linea di demarcazione dell’eleganza che nella misura, nella sapienza tecnica e del fare perchè c’è bisogno di bellezza, d’ordine e quindi di meraviglia.
Quella meraviglia che lui fotografo, lui uomo dell’immagine filmica ha condiviso quotidianamente con professionalità meticolosa e limpida.
Si accompagnava con una musica interiore che era solo sua ma che lo rendeva felice così da dimenticare le difficoltà di essere capiti.
Socio AFIP, ha condiviso l’entusiasmo di progetti comunitari per la qualifica della professione fotografo e per il contenuto di proposte sociali e culturali. Si accompagnava con i suoi più cari affetti famigliari tanto intimamente vissuti che noi ci sentivamo lì presenti sul set fotografico, in moviola, e nelle nostre bagarre di lavoro e vita associativa. Le fotografie di Vanini bisogna ascoltarle perchè Alessandro era il fotografo che sapeva trovare le più belle conchiglie sulla spiaggia e felice, regalarle a tutti sapendo che quelle immagini risuonano di musica e poesia che l’improvvisa onda del mare regala come fotografia dell’amore.”
(Paolo Zanzi 19 giugno 2017)  
Share:

Leave a reply